Microsoft in prima linea per la sostenibilità ambientale

Microsoft in prima linea per la sostenibilità ambientale

Sono molto importanti le ultime dichiarazioni provenienti da Microsoft relative alla sua volontà di contribuire alla sostenibilità ambientale globale riducendo le proprie emissioni di CO2.

Durante un evento dedicato a questo delicato argomento, l’azienda informatica di Redmond ha dichiarato uno dei suoi obiettivi principali per questo nuovo anno, ridurre a zero le emissioni di anidride carbonica dal 2020 al 2030, prodotte in modo sia diretto che indiretto. A partire da questa importante obiettivo, Microsoft ha annunciato inoltre di voler contribuire alla sostenibilità ambientale riuscendo a recuperare le emissioni prodotte dalla sua fondazione, avvenuta nel 1975, entro il 2050. Sono numeri molto importanti quelli che l’azienda di Redmond vuole raggiungere, ma facendo così sta diventando una delle figure paladine della sostenibilità ambientale volendo dimostrare che chiunque, anche un colosso informatico, può e deve riuscire a rispettare il fragile ecosistema in cui abitiamo.

Appoggiando gli studi della comunità scientifica che sostengono che la temperatura del pianeta si sia alzata di 1° centigrado ed è in continuo aumento, Microsoft vuole riuscire a diminuire le proprie emissioni di CO2 per contribuire alle azioni di sostenibilità ambientale.

In questo caso la storia non è dalla nostra parte però…a partire dalla prima rivoluzione industriale a metà del 1700, è stata rilasciata nell’atmosfera una quantità di gas serra pari a 2 trilioni di tonnellate, di cui almeno 3/4 composta da anidride carbonica. C’è ovviamente un problema, questa enorme quantità di anidride carbonica non può essere riassorbita dalla natura con la stessa velocità con cui viene emessa. Per questo motivo c’è un eccesso di carbonio nell’atmosfera che supera di molto il livello massimo e causa importanti problemi ambientali. Infatti, il livello di CO2 non è mai stato così alto da 800.000 anni.

A fronte di tutto questo Microsoft si mette in prima linea e con il suo obiettivo ambizioso, a sostegno della sostenibilità aziendale, vuole riuscire a ridurre le proprie emissioni entro il 2030, punta ad eliminarle definitivamente entro il 2050. Per riuscire in questa impresa è necessario definire un piano dettagliato e organizzato di azioni che parte dall’inclusione nel progetto di tutta la filiera di Microsoft, anche quella di fornitura e valore.

Oltre a questo impegno personale, l’azienda informatica americana vuole sostenere anche i suoi fornitori e clienti in tutto il mondo stanziando un fondo per l’innovazione climatica da 1 miliardo di dollari volto ad accelerare lo sviluppo di tecnologie per la riduzione, cattura e rimozione del carbonio.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Leggi i nostri ultimi articoli

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti un servizio più reattivo e personalizzato