fbpx
 

La rivoluzione dell’Industria 4.0 comincia con un ERP

La rivoluzione dell’Industria 4.0 comincia con un ERP

Nell’ambito dell’evoluzione digitale, un aspetto molto importante è quello relativo a tutti i processi produttivi ed industriali; il termine di riferimento è Industria 4.0 che nasconde un significato ben più profondo che un semplice avanzamento numerico.

Con Industria 4.0 si ha, infatti, una vera e propria nuova rivoluzione industriale, con radicali trasformazioni aziendali che vengono definite dalle nuove tecnologie, sia hardware che, soprattutto, software; il concetto basilare è quello dell’intelligenza collaborativa applicata (che viene comunemente intesa con il termine Smart) all’industria, all’energia ed ai servizi e che ha anche a che fare con la Digital Transformation.
Industria 4.0: chi rientra in questo ambito? E quali sono le principali caratteristiche basilari per poter essere all’interno del processo innovativo?

La risposta a queste due domande è molto semplice in quanto si può facilmente assumere che il concetto di Industria 4.0 inizi dal software che viene utilizzato all’interno dell’azienda, sia essa una micro, piccola o media impresa, e questo avviene sia all’interno della fase applicativa che, soprattutto, in quella gestionale.

Industria 4.0 e l’organizzazione aziendale

L’equazione Industria 4.0 = digital transformation ha un significato particolare nell’ambito della gestione delle realtà produttive, nella loro ottimizzazione ed uniformazione e nel miglioramento di tutti i processi produttivi; in questa ottica assume una fondamentale importanza una determinata categoria di software definita ERP (Enterprise Resource Planning).

Questa consente infatti una completa pianificazione di tutte le risorse all’interno dell’impresa permettendo di avere un sistema integrato che rende automatizzati e, soprattutto, collegati i vari processi aziendali, in modo da far lavorare in maniera ottimizzata tutte le varie divisioni di un’azienda.

Questo processo di implementazione e sviluppo è valido per ogni gamma di impresa, sia che eroghi servizi o che produca beni materiali mediante una o più linee industriali di produzione; ogni società infatti basa il suo funzionamento su alcuni concetti comuni di gestione come quella finanziaria, dei clienti e dei fornitori e quella del magazzino oltre, ovviamente, a quella contabile.

Questi vari settori che sono presenti all’interno dell’impresa hanno quindi ormai l’esigenza di dover condividere tra loro tutti i dati circolanti affinché l’intero flusso di produzione possa essere messo nelle condizioni ottimali di funzionamento; il sistema ERP non si limita solamente alla gestione operativa dell’azienda, ma ingloba anche aree che prima erano staccate dalla fase produttiva come ad esempio l’area delle risorse umane, e questo perché considera tutti i vari fattori che sono presenti all’interno dell’impresa, i loro prodotti, le loro difficoltà e facilita il superamento di eventuali criticità che dovessero presentarsi.

Il sistema quindi fa viaggiare dati condivisi all’interno delle varie aree nell’ambito del processo produttivo aziendale, non rimanendo però confinato solo all’interno dell’azienda stessa; esso infatti comunica anche a soggetti terzi eventuali cambiamenti o difformità rispetto alla pianificazione originaria; per esempio può immediatamente avvisare ad un fornitore l’esigenza di variare il quantitativo di un ordine a seguito di una contrazione delle vendite stabilite dall’ufficio amministrativo, in modo da non avere il magazzino pieno, di dover pagare una fornitura non al momento utile e quindi praticare prezzi che possono a malapena coprire i vari costi produttivi.

Industria 4.0: vantaggi dell’ERP

Inserire un sistema ERP all’interno di una impresa, come ad esempio Microsoft Dynamics 365 Business Central, è quindi il primo passo per avere degli indubbi benefici che sono alla base del concetto di Industria 4.0; il primo vantaggio oggettivamente rilevabile è una maggiore efficienza delle varie aree, data dall’uso di una piattaforma comune, che mette immediatamente a disposizione tutte le informazioni necessarie. Questo rende maggiormente stabile tutto il sistema aziendale, dalla fase amministrativa a quella produttiva e/o di distribuzione, grazie all’utilizzazione contemporanea di indicatori uguali per tutti.

Il sistema, agendo sia in verticale che in orizzontale, può essere quindi facilmente adattato ai vari schemi e divisioni aziendali grazie alla sua modularità ed alla parametrizzazione dei vari componenti, che rende l’intera struttura chiara e delimitata, in modo da perpetuare nel tempo una crescita costante di tutta l’impresa.

Questa grande flessibilità, unità alla sua standardizzazione globale, permette quindi alla ditta di risparmiare in primis ore/uomo (ad esempio nel passaggio di informazioni tra una sezione ad un’altra e nella loro elaborazione) ed in seconda battuta, nell’ambito della gestione del magazzino, consente di evitare di avere eccessive giacenze per una flessione degli ordinativi o, ancora peggio, non poter soddisfare eventuali picchi di richiesta.

L’applicazione di ERP come Microsoft Dynamics 365 Business Central è quindi la migliore risoluzione per quanto riguarda i sistemi all-in-one in quanto oltre a fornire tutte le attività e le azioni necessarie per semplificare i processi aziendali, potenzia le fasi e grazie alle sue funzioni avanzate di AI (intelligenza artificiale) che permettono anche di anticipare quando e cosa ricollocare riuscendo, come immediata conseguenza, a prendere le migliori decisioni.

Ad esempio all’interno del modulo di Finance and Operation è contenuto un sottosistema software in grado di gestire tutte le informazioni riguardanti il Management e che consente di evitare la maggior parte dei cosiddetti “colli di bottiglia” a seguito di qualsiasi problematica all’interno del ciclo di fabbricazione; questo sottosistema chiamato Manufacturing Execution System, (MES) permette la gestione completa dell’intero flusso produttivo, dalla gestione dell’inventario a quella degli ordini e dei vari processi collegati, producendo per ogni area i relativi dati i quali vengono poi trasformati in dati che, opportunamente analizzati, permettono di poter valorizzare l’Indicatore Essenziale di Prestazione (IEP) dell’azienda.

L’ERP è quindi il primo passo per entrare di diritto nell’industria 4.0 e le sue opportunità.