fbpx
 

IaaS VS PaaS

IaaS VS PaaS

IaaS VS PaaS oggi non è ancora facile distinguere questi tipi di modelli. I fornitori di cloud pubblici (come AWS, Microsoft Azure e Google Cloud Platform) offrono un impressionante insieme di servizi progettati per aiutare gli host delle aziende e gestire applicazioni di ogni dimensione e forma in un ambiente virtualmente scalabile. Queste offerte sono frequentemente categorizzate sia come infrastrutture di servizi (IaaS) che come piattaforme di servizi (PaaS) in base a quali parti della struttura di un’app vengono gestite dal venditore e quali invece sono trattate dall’abbonato.

Mentre entrambi questi due modelli IaaS e PaaS di servizi cloud distribuiscono i completi benefici del cloud computing attraverso un metodo di abbonamento flessibile e scalabile, uno è maggiormente orientato alla funzionalità, mentre l’altro è focalizzato sull’utilità.

IaaS VS PaaS – Infrastrutture di servizi (Infrastructure as a service)

 

Cos’è il modello IaaS?

Il modello IaaS rende le strutture sottostanti di un ambiente di computing, cioè le componenti fisiche come un server, disponibili via internet in un modello pay-as-you-use. Questi ambienti virtualizzati sono virtualmente identici ai server locali (on-premise), ma permettono alle aziende di approfittare di tutti i principali benefici del cloud computing: elasticità, sicurezza, disponibilità, performance, dei costi…

IaaS: che cosa si ottiene?

Nei servizi IaaS, il fornitore del cloud è responsabile degli elementi basilari: server, networking, sicurezza e memoria. Lavorare in IaaS non è così differente dal lavorare on-premise, almeno funzionalmente. L’unica vera differenza è che qualcun altro è incaricato della manutenzione e della sicurezza delle componenti fisiche dell’ambiente.

L’infrastruttura come servizio fornisce un ambiente virtuale che fa esattamente ciò che un server on-premise dovrebbe fare, ma con tutti i vantaggi di un cloud pubblico (disponibilità, performance, efficacia dei costi…).

Benefici del modello IaaS

Efficacia dei costi: invece di spendere una grossa somma in anticipo in infrastrutture fisiche, il modello IaaS può essere trattato come una spesa operazionale che può essere ridimensionata nel tempo in base alle necessità dell’azienda e ai cambiamenti del contesto. Ci si può iscrivere gratis ad Azure, AWS o Google Cloud Platform. La maggior parte, se non tutti, i fornitori di cloud pubblici offrono un modello di pagamento “pay-as-you-go”, ciò significa che non si pagherà mai più di quello di cui si ha bisogno.

Veloce distribuzione e scalata facile: la maggior parte dei servizi IaaS è basata intorno a capacità di calcolo non elaborate, rendendo semplice l’impostazione di carichi di lavoro senza troppe configurazioni. Poiché le esigenze in termini di potenza di elaborazione, larghezza di banda o spazio di archiviazione variano, l’ambiente IaaS può essere ridimensionato per assicurare una continua distribuzione al minor costo possibile.

Potenziali inconvenienti del modello IaaS

  • Sfide di ottimizzazione: le aziende che desiderano sfruttare appieno l’elasticità del cloud e il potenziale di risparmio dei costi devono comprendere e abbracciare lo spostamento dei costi dell’infrastruttura IT da spese in conto capitale a spese operative. È disponibile una varietà di tool per aiutare i manager IT e i team di sviluppo a ridimensionare la loro risorsa cloud senza modificare e impattare la performance e la disponibilità.
  • Complessità: i principi di progettazione dell’architettura di Microsoft Azure includono il seguente suggerimento: “Quando è possibile, usa un modello PaaS al posto di un modello IaaS”. Bisogna tenere questa best practice a mente quando bisognerà decidere come organizzare le proprie applicazioni. In molti casi è più semplice, veloce, meno soggetto ad errori e più efficace a livello di costi, prendere una strada verso il servizio PaaS. Il modello IaaS invece fornisce possibilità quasi illimitate ma questo significa che bisogna avere molte capacità e abilità per utilizzare a pieno il suo potenziale.

 

Usi comuni del modello IaaS

  • Calcolo ad alta potenza: grazie ai servizi IaaS, l’esecuzione di compiti che richiedono una grande quantità di potenza di calcolo, come la modellazione, la previsione e l’analisi dei dati, è molto più accessibile come non mai. Tali operazioni così complesse richiedevano un’infrastruttura fisica proibitivamente costosa, ma ora questa infrastruttura è disponibile in affitto utilizzando un modello pay-as-you-go. È quindi possibile avere la potenza necessaria ad un costo accessibile.
  • Analisi: il modello IaaS viene fornito con tutto il necessario per creare rapidamente un ambiente di test, che può essere ridimensionato semplicemente o eliminato appena non è più richiesto.
  • Conservazione: uno dei maggiori benefici con un fornitore di servizi cloud è rappresentato dal fatto che non bisogna preoccuparsi a lungo di esaurire lo spazio di archiviazione dei dati. Con il modello IaaS è possibile avere sempre la quantità di spazio di archiviazione di cui si ha bisogno. Inoltre, i fornitori di cloud pubblici conservano i contenuti in data center che sono molto più sicuri della stanza dei server on-premise, offrendo in più opzioni di posizionamento flessibili per la conservazione di dati sensibili.
  • Migrazioni di tipo lift and shift: se si sta migrando un’applicazione da un ambiente on-premise così com’è senza apportare modifiche significative al codice, inserirla in un modello IaaS è il modo più veloce e facile per farlo funzionare nel cloud. Bisogna tenere a mente che è sempre una buona idea considerare la riscrittura di determinate applicazioni con un approccio cloud-first.

 

 

iaasvspaas

IaaS VS PaaS – Piattaforma di servizi (Platform as a service)

 

 

Cos’è il modello Paas?

Essendo il modello di distribuzione del cloud in più rapida crescita, il modello PaaS mira a semplificare il processo di sviluppo fornendo tutte le capacità necessarie a costruire, sviluppare, testare e aggiornare un’applicazione dentro un ambiente singolo e integrato, rendendolo una soluzione eccellente per chiunque stia cercando un’applicazione sul mercato al più presto.

Modello Paas: che cosa si ottiene?

Il modello PaaS offre tutti i benefici e le funzionalità di un servizio IaaS e qualcosa in più. Esso offre un pacchetto di servizi gestiti progettati per risparmiare tempo nella codifica, nel lavoro manuale e accelerare il processo di sviluppo dall’inizio alla fine. Ci sono molte opzioni quando si inizia ad utilizzare il modello PaaS: Microsoft Azure da solo ha non meno di 295.680 configurazioni possibili della piattaforma. Secondo le scoperte di Gartner sulle tendenze chiave che incidono sul modello PaaS nel 2019, ci sono al momento più di 550 offerte di servizi PaaS in 21 categorie. Questo particolare mercato è destinato a raddoppiare di dimensioni tra il 2018 e il 2022, facendo diventare il modello PaaS il servizio cloud più popolare nel prossimo futuro.

Perché il modello PaaS è così popolare? E perchè proprio ora?

  • Il modello SaaS è praticamente un servizio pronto all’uso, ma non offre molto spazio in cui costruire o personalizzare;
  • Il modello IaaS consente una quantità di opportunità quasi infinita, ma manca di funzionalità concrete come l’offerta indipendente;
  • Il modello FaaS, conosciuto a volte come l’elaborazione senza server, potrebbe essere il futuro dello sviluppo del cloud, ma allo stesso tempo non è la soluzione migliore per così tanti scenari come lo sono i modelli IaaS e PaaS;
  • Il modello PaaS invece è la soluzione ideale che offre una maggior libertà di sviluppo e infrastrutture su cui costruire un’applicazione, oltre ad un set pronto all’uso di componenti e utilità progettate espressamente per lo sviluppo di quel tipo di app.

All’inizio, le aziende che si orientavano verso il cloud volevano solamente essere sicuri che tutto funzionasse con un minimo cambiamento dello status quo. Per raggiungere ciò, in genere i carichi di lavoro già esistenti potevano essere spostati in soluzioni IaaS o in soluzioni SaaS completamente gestite. Ora che essi sono maturati nel loro viaggio verso l’adozione del cloud, molti stanno cercando di sviluppare le proprie soluzioni cloud ottimizzate, con l’efficienza che diventa sempre di più una priorità.

I vantaggi maggiori del modello PaaS

Oltre a sicurezza, elasticità e disponibilità di tutti i tipi di servizi cloud, PaaS offre ai team di sviluppo i seguenti vantaggi:

  • Più risultati con meno codice: le offerte di PaaS hanno tipicamente una libreria integrata di componenti precodificate, come flussi di lavoro, funzionalità di ricerca e servizi di directory, eliminando molta codifica manuale.
  • Inversione di tendenza più rapida: oltre le suddette componenti integrate, PaaS offre una moltitudine di utilità salva tempo. L’abilità di sviluppare simultaneamente molteplici piattaforme può essere un esempio. Per non parlare del fatto che elimina la necessità di impostare l’ambiente di sviluppo, il che significa che i team possono iniziare a lavorare subito al problema.
  • Collaborazione più facile: quando l’ambiente di sviluppo si trova sul cloud, è molto più semplice per i team lavorare insieme nonostante le restrizioni fisiche come il lavoro in remoto o dislocato in più uffici diversi.
  • Processi più efficaci: le offerte PaaS supportano il completo ciclo di vita delle applicazioni web dentro un singolo ambiente integrato. Ciò significa che la costruzione, l’analisi, lo sviluppo e l’aggiornamento avviene in un luogo unificato.

 

Usi comuni del modello PaaS

Le offerte della soluzione PaaS forniscono un framework appositamente progettato per semplificare un elenco di attività di sviluppo, gestione e analisi. Questi servizi organizzati che permettono di risparmiare tempo, possono essere utilizzati a supporto dell’intero ciclo di vita di quasi tutti i progetti di cloud computing. Questo può includere attività come:

  • Ri-definizione dei fattori delle applicazioni esistenti per renderle ottimizzate a livello di cloud;
  • Sviluppo di applicazioni IoT;
  • Gestione di database on-demand;
  • Sviluppo e gestione delle API.

 

Quando usare il modello PaaS al posto delle soluzioni IaaS

Come detto precedentemente, il modello PaaS è spesso più efficiente ed efficace nei costi per ospitare diverse applicazioni cloud in quanto fornisce molte funzionalità incorporate che non esistono in IaaS.

Se vuoi sapere di più sulla differenza dei due modelli contattaci compilando il form che trovi qui in basso.

Per saperne invece di più su Nekte clicca qui.

Accetto le condizioni di Privacy*